Festa delle castagne 2016, tanti bei ricordi

Qualche bel ricordo della festa delle castagne 2016

e dei particolari che fanno la differenza.

Quelle sere nel grado e la festa della castagne

Tra le tradizioni del borgo protagonista sono le castagne.

I frutti del castagno raccolti, vengono fatti seccare all’ombra dei metati, detti anche ‘grado’. Sotto alle castagne viene acceso il fuoco di braci di legno di castagno. Il grado di solito raccoglieva il raccolto di più famiglie perciò diventano punti di ritrovo e luogo di giochi e storie per grandi e piccini. Momenti di condivisione antica che rinascono anche oggi.

 

 

S. Michele Arcangelo e Per Via

 

Il 29 settembre la Liturgia della Chiesa ricorda la festività di San Michele Arcangelo, patrono del borgo di Sassalbo, detto S. Michelo, era tradizionalmente legato al rito del fidanzamento ,  sempre durante questa festività ” le castagne cadevano dentro ai paneri” e i carbonai tornavano dal bosco.

Quest’anno il S. Patrono verrà legato a un nuovo tipo di ritorno, il ritorno dato dalla fratellanza e dalla collaborazione con la vicina e mai così lontana Cerreto Alpi: due popoli, storicamente divisi dall’uomo, ma legati dalle tradizioni, dai confini dalle strade. Ci sono ben tre strade che da Cerreto Alpi portano a Sassalbo e altrettante portano a Cerreto Alpi.   

” E il bosco che ci ha diviso, oggi ci unisce” gridano i bambini di Sassalbo; in risposta i Cerretani, che hanno un portavoce di tutto rispetto, che cito per la bellezza della prosa, rispondono che  dove il luogo è il tempo  

ANNO DOMINI MMXVII

sabato 24 giugno da Sassalbo a Cerreto
venerdì 29 settembre da Cerreto a Sassalbo

per via
piccola Festa all’antica di due comunità
(con benedizione solenne e processione)
per via
si mangia e si beve
apparecchiando quel che porta ognuno.
Gustare il cibo, levare i calici, alleviare i cuori
e s’alzi il canto, libero, corale.

per via: sulla strada
la strada è la stessa, quella di sempre, mutando direzione varia la denominazione. Per i Cerretani è la via dei Toschi ma Sassalbo è terra di Lunigiana, tra il golfo di La Spezia e le montagne, a disagio sotto Firenze o in compagnia di Lucca e Pisa. Per i Sassalbini era la via Lombarda, poi hanno cominciato a dirla via Modenese e non va bene (come “parmigiano” nel senso di formaggio o “di Modena” in quanto aceto balsamico: le meraviglie di una Italia che fa del particolare il proprio pregio e il proprio tarlo).

per via: siccome che… a causa di…
arcaiche comunanze e vecchi dissapori
per via dei pascoli, della legna, dei confini.
La causa del bosco che pareva eterna
e adesso il bosco inghiotte tutto e tutti.

da SASSALBO a CERRETO nella festa di San Giovanni il Battista
da CERRETO a SASSALBO nella festa di San Michele l’Arcangelo
ricominciamo col far viaggiare i Santi Patroni
a seguire: il destino che nella vita fa fede la carne
e dove il sangue chiama il resto arretra poi si perde.

per via, tanto per dirne qualcuno di mio:
Maddalena Giannarelli in Comparoni
Egisto e Maria, Leonardo e la Gelsu’
Nicoletta e Adriano. L’Angela e Moreno
per via di Oreste, col camioncino avanti e indietro
per via del Passo, dei Laghi del Cerreto
per via di Iliano, di Simone, del Pranda
per via del tempo che non trascorre invano
e comanda
per via che il passato è passato e adesso
chi siamo? quanti siamo? cosa ci tocca?

(Giovanni Lindo Ferretti)

 

Quindi Per via di esserci tutti vi aspettiamo alle ore 11.00 alla Santa Messa a seguire processione e pranzo presso il piano terra della sede del Parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano.

Il pasto non costa nulla, solo la vostra compagnia e pane e companatico da condividere.

Vi aspettiamo

(Foto di Vittorio Vizzini)

 

 

In Toscana a cavallo tra Emilia Romagna alla scoperta delle bellezze dell’Appennino

Sassalbo e i suoi gessi
Un evento unico, per la spettacolarità della location il Trail che si svolgerà il 24 Settembre 2017 a Sassalbo (MS) nell’incantato contesto del cuore del Parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano.
Il percorso di 18,5 km con 1. 690 metri di dislivello positivo si snoda lungo il Parco Nazionale dell’Appennino tosco emiliano, Passo dell’Ospedalaccio e Fonti del Secchia, così come il percorso più corto di 13, 5 Km con 1. 050 metri di dislivello positivo. La gara è organizzata dall ‘Associazione Gli Scaminati si Sassalbo.
Il sentiero sul quale viene organizzato la gara è un luogo spettacolare ricco di angoli sorprendenti, di panorami mozzafiato che aspettano solo di essere esplorati e scoperti.
Un’esperienza che porterà i runners e i loro accompagnatori in un  territorio turisticamente molto affascinante sotto l’aspetto naturalistico, eno-gastronomico, storico, mistico e artistico e che è tutto da scoprire.

Cena nel borgo

Ma cos’è questa confusione?

Sono di nuovo loro, i ragazzi dell’associazione.

Possibile che questi non sappiano mettersi il cuore in pace

e godersi l’estate?

Non si può, suvvia gente,

tra un po’ c’è l’evento più divertente,

quello che si aspetta tutto l’anno,

no, no, non è capodanno

è la cena nel borgo.

Noi mettiamo tavoli, stoviglie e tovaglie,

a voi spetta portare le vettovaglie

si magia tutti in compagnia

chi non viene è un ladro o una spia…

Ma come qui siamo nel paese dei briganti?!

Hai ragione, accidenti, allora chi non viene lo annoveranno trai santi.

cena nel borgo

Rievocazione del fidanzamento

Il 18 agosto alle ore 21.00 presso il piano terra della sede del Parco nazionale  si terrà la rievocazione del fidanzamento a cura dei ragazzi del Progetto Giovani  che con l’aiuto di Sergio, Nicola ed Emanuele Bertocchi, questa estate hanno preparato per il paese questa memorabile sorpresa.

Sono infatti diversi anni che la rievocazione non viene più rappresentata.

Vi aspettiamo numerosi.

volantino evento

Serata Danzante

Una serata epica quella che si è bruciata nella notte di lunedì 14 Agosto a Sassalbo, spalleggiata da un clima tipicamente estivo e festante.

L’Orchestra Giannarelli e Pietrelli al gran completo ha tenuto letteralmente tutti incollati alla pista da ballo, tra pezzi del rinomato fisarmonicista, Walter Giannarelli, canzoni più moderne cantate dalle bellissime voci di Lorenzo e Martina,  assoli del giovanissimo chitarrista Alex, senza dimenticare colui che ha dato il ritmo a tutta la serata: Gino alla batteria.

scorcio del palco

L’evento, fortemente voluto dai componenti della band a dimostrazione dell’affetto che li lega al paese “natale”, ha avuto un fortissimo impatto sulla popolazione che è accorsa in massa durante la serata e non solo:  i volontari si sono riuniti per giorni per preparare il necessario, creando uno scenario all’altezza delle migliori balere stile anni’80.

Musica ed emozioni hanno riempito questa nottata estiva.

Un  momento di condivisione, di comunità e di solidarietà  in cui il protagonista è stato il ballo liscio, cardine imprescindibile, l’elemento senza cui una festa non sarebbe una festa, il suggello delle estati nei paesi.

Un grandissimo ringraziamento, quindi, a tutti coloro che hanno permesso questa serata con il proprio lavoro e anche a tutti coloro che, numerosi, sono accorsi a unirsi ai festeggiamenti.

Appuntamento al prossimo anno…

Giovani R-Estate

Quando io ero giovane venivo dalla pianura per passare le mie estati qui, a Sassalbo, nonostante non avessi nonni o parenti, ma ospitata da una amica di origini sassalbine neanche troppo celate 😉

Forse erano altri tempi, forse non c’era internet e per telefonare dovevi arrampicarti da qualche parte o fare un po’ di strada, forse che sì e forse che no, sta di fatto che tutti i giovani si riunivano al bar o alla “scuola” ed era facile passare una serata in compagnia.

Di giorno si andava alle cascate a prendere il sole ma il cambiamento climatico ha spento anche quelle…

Se i giovani di adesso siano più timidi questo non lo so, so che passano l’estate in un posto stupendo ed è un peccato non approfittarne, quindi con l’aiuto di Sergio e Nicola vi abbiamo preparato un bel programma:

7 Agosto: si comincia!!!

Il primo giorno servirà per le presentazioni e per scoprire il borgo di Sassalbo, nei giorni a seguire giochi di squadra, creazione di un team per far rivivere l’antico fidanzamento, visita al laghetto naturale, all’orto botanico i Frignoli, trekking alle sorgenti del Secchia e sul monte La Nuda con pomeriggio al palaghiaccio di Cerreto Laghi.

Il programma è davvero interessante e tutto da scoprire!

Per info/prenotazioni

Laura: 3333004460 Letizia: 3332745527

Sergio 3392556321  Nicola 3389408989

Programma 2017