Chi siamo

Situato nell’alta Valle del torrente Rosaro, in prossimità dello spartiacque appenninico, Sassalbo porta nel nome il richiamo all’ambiente in cui è inserito: i grandi giacimenti di gesso che caratterizzano il paesaggio.

E’ anche conosciuto come “Il paese senza camini”; la leggenda narra che, essendo covo di pirati e briganti, questi, non volendo essere scoperti, non avessero i camini, per evitare che, dalla strada, si potesse vederne il fumo.

In realtà l’economia del borgo dal 1400, quando si sviluppò,  era incentrata sulle attività silvo-pastorali e sugli scambi favoriti dal passaggio dell’antica via che valicava al Passo dell’Ospedalaccio, comunicando la pianura Padana con il Tirreno: l’antica Via del Sale.